Tagged: La Bibbia giorno per giorno

Si fermarono, col volto triste… (Luca 24:13-35)

Riflessioni bibliche di Mauro Leonardi*, prete e scrittore Il fatto che la Chiesa ci proponga in periodo di Pasqua, per due volte, la lettura dei discepoli di Emmaus deve farci riflettere. Cristo risorto ed asceso in Cielo, è ancora e sempre il “Dio in mezzo a noi”, anzi, lo è in maniera più profonda e universale e comprende tutti i...

“Chi viene dal cielo è al di sopra di tutti” (Giovanni 3:31-36)

Riflessioni bibliche di Mauro Leonardi*, prete e scrittore Quando accadde la tragedia del Vajont le persone che stavano a valle, quelle che guardavano dalla valle, parlarono di disgrazia, calamità naturale, imprevedibile tragedia. Chi guardò dall’alto, come le aquile, vide la verità, scoprì la corruzione, la superficialità, gli errori, il fatto che era stata una tragedia tutta prevista e tutta prevedibile,...

“Dio ha tanto amato il mondo…” (Giovanni 3:16-21)

Riflessioni bibliche di Mauro Leonardi*, prete e scrittore Per parlare di giustizia a Nicodemo, Gesù non parla di Legge ma d’amore, l’amore di Dio che ha donato il proprio Figlio per salvare il mondo. Per parlare di giustizia a Nicodemo, Gesù non ricorre a immagini da tribunale, non allude a punizioni, sanzioni, rimproveri: parla d’amore, dell’amore di Dio che vuole...

Allora essi partirono e predicarono dappertutto… (Marco 16:15-20)

Riflessioni bibliche di Mauro Leonardi*, prete e scrittore Nel giorno della liberazione dal regime nazifascista è bello guardare a una liberazione più grande, quella che Cristo annuncia e che sovrasta e percorre la storia: una liberazione che, irradiandosi dal sacrificio della Croce, noi abbiamo il compito di annunciare, confidando nelle forze che Dio stesso ci darà per annunciare il Suo...

“Il vento soffia dove vuole…” (Giovanni 3:1-8)

Riflessioni bibliche di Mauro Leonardi*, prete e scrittore Come si entra nel Regno di Dio? Non si tratta di comprendere in senso intellettuale le letture, di dare prova di genialità religiosa e di erudizione scritturale. Si entra nella Vita eterna come si entra nella vita del mondo: attraverso il grembo di una donna. E non per opera propria, per merito...