Categoria: Tracce di riflessione

Il Quinto Comandamento: apprendi la gratitudine

Riflessioni sull’Ebraico e il pensiero biblico di Giuseppe Messina* (Seconda parte) Giuseppe fu nominato intendente ovvero funzionario amministrativo di Putifar. Questi non gli chiedeva conto di niente, ma solo del “pane che mangiava”. Gli esegeti si sono chiesti cosa significhi questa locuzione. La loro risposta è: la moglie di Putifar era la sola “cosa” che Giuseppe non aveva il diritto di...

Dio è una drag queen?

Riflessioni di Maxime Michelet* pubblicate sul sito Protestants dans la Ville (Francia) il 9 giugno 2020, liberamente tradotte da Giacomo Tessaro I testi biblici ci rivelano che Dio è inatteso, è altro. E dove, ai nostri giorni, si manifestano l’inatteso e l’alterità, se non nella strana figura della drag queen? Maxime Michelet evidenzia l’analogia tra queste due figure che mettono...

Uccidere e essere uccisi perchè omosessuali. La fatica del perdono

Riflessioni Bibliche di Fabio Trimigno del Gruppo Zaccheo, cristiani LGBT di Puglia UCCIDERE. La prima cosa che ho fatto è digitare su WIKIPEDIA la parola “uccidere” ed ecco una sfilza di significati: –       Privare della vita una persona o un animale; –       Far morire, ammazzare; –       Portare qualcuno progressivamente alla morte; –       Danneggiare irreparabilmente; –       Distruggere; –       Privare della salute o...

Dio ma se ci ami… perche ci fai questo?

Riflessioni di Giuseppe M. del Progetto Giovani Cristiani LGBT L’amore ci fa sentire parte di qualcuno. Sentirci amati di solito ci libera da una spiacevole sensazione di precarietà e di inadeguatezza. Per questo tutti desideriamo che qualcuno riempia la nostra vita, tutti vogliamo un’appartenenza, tutti vogliamo sentirci dire “tu sei mio/a”. Desideriamo sapere di non essere intercambiabili e sentirci unici...

Le parole non amate dai cristiani: Cattolico

Riflessioni* di Jean-Marie de Bourqueney** pubblicate sul sito Protestants dans la Ville (Francia) il 9 giugno 2020, liberamente tradotte da Giacomo Tessaro Quando nel I secolo nacque (progressivamente, all’interno del giudaismo) il cristianesimo, esso aveva l’abitudine di prendere a prestito le parole del vocabolario politico greco per dare un nome alle sue novità e alle sue aspirazioni. Scelse così il...

Essere pastori con le persone omosessuali. Due lettere e una riflessione

Lettera pubblicate sul Bollettino de Il Guado*, ciclostilato, del gennaio 1983, pp.3-4 Cari amici del «Guado», [..] a Gesù, mio Signore, risorto a umanità nuova, mi è dolce chiedere il dono d’essere fatti partecipi della sua pienezza di umanità e invocare la redenzione da ogni forma di rifiuto e di emarginazione sociale per chi è diverso nell’identità. Istintivo o colto,...

Perché parlare dell’omosessualità ancora come peccato?

Riflessioni pubblicate sul Bollettino de Il Guado*, ciclostilato, del gennaio 1983, pp.3-4 Se c’è una categoria di persone per le quali la semplice parola “peccato” può creare un istintivo senso di fastidio e di rifiuto, questi sono certamente quegli omosessuali che hanno deciso di accet­tare la loro situazione e vogliono in base ad essa elaborare un pro­getto di vita che...