Categoria: Ordinaria omofobia

La Polonia è agli ultimi posti in Europa per i diritti LGBT

Articolo di Angelika Pitoń pubblicato sul sito del quotidiano Gazeta Wyborcza (Polonia) il 14 maggio 2020, liberamente tradotto da Giacomo Tessaro Quasi 100 amministrazioni locali polacche si sono autoproclamate “zone franche LGBT”, o hanno adottato l’omofoba Carta dei diritti della famiglia, sostenuta anche dal clero cattolico. Senza contare i divieti di organizzare marce sull’uguaglianza emessi da diversi sindaci, e l’escalation...

Legge Zan contro l’omofobia: serve il nostro impegno

Riflessioni di Massimo Battaglio Con un po’ di comprensibile ritardo, prosegue la discussione del disegno di legge Zan contro l’omofobia. Alla Commissione Giustizia del Senato, si stanno svolgendo le audizioni dei vari esperti convocati dai partiti. E comincia a servire il nostro impegno. Serve il nostro impegno perché tutti i detrattori della legge rappresentano associazioni ed enti di stampo cattolico....

Viaggio nell’Atlante dell’odio omofobico polacco

Articolo di Angelika Pitoń pubblicato sul sito del quotidiano Gazeta Wyborcza (Polonia) il 4 marzo 2020, liberamente tradotto da Giacomo Tessaro Sono segnati in rosso le quasi cento amministrazioni locali (polacche) che hanno adottato la dichiarazione “anti-LGBT” e la Carta dei Diritti della Famiglia. Sono segnati in giallo oltre venti luoghi in cui vengono discussi questi documenti, e i circa...

Cristiani e omofobia: ce la possiamo fare?

Riflessioni di Massimo Battaglio Il rapporto tra cristiani e omofobia sembra sempre più complicato. Mentre celebriamo le nostre veglie, si moltiplicano le aggressioni e gli atti discriminatori. L’ultima è di mercoledì 20 maggio a Milano: un ragazzo sfigurato perché mangiava pane e nutella col suo compagno. Quella precedente, sempre a Milano la settimana prima, aveva avuto come vittima lo youtuber...

Cronache di ordinaria omofobia nel 2020

Riflessioni di Massimo Battaglio L’anno scorso, nei due articoli “Cronache di ordinaria omofobia” avevamo esaminato (su gionata.org) i numeri del fenomeno omofobo secondo due parametri. Da una parte avevamo visto “i luoghi della discriminazione“. Si notava una diversa distribuzione degli episodi emersi tra nord, centro e sud. Il nord sembra più omofobo ma solo perché, al sud, si denuncia meno....

I richiedenti asilo in Italia in fuga per il loro orientamento sessuale

. Marianna Cento (Psicologa e Psicoterapeuta) in questo video illustra le esperienze vissute da giovani uomini perseguitati per il loro paesi d’origine in Africa, dove soffrono l’emarginazione sociale, violenze fisiche e sessuali la prigionia o sono a rischio di morte a causa del loro orientamento sessuale. Per fuggire dai loro paesi di origine percorrono viaggi lunghissimi e terribili in cui...

Omosessualità: dove è ancora un crimine?

. Omosessualità: dove è ancora un crimine? E’ condannata con la pena di morte in 6 paesi, con il carcere a vita in 5 paesi, ed è illegale in altri 68 Stati. In AFRICA è illegale in 32 Paesi su 54, in ASIA è illegale in 21 Paesi su 42, in OCEANIA è illegale in 6 Paesi su 14, in...