Categoria: Lesbiche cristiane

Sono una bibliotecaria queer che aiuta le persone in ricerca

Testimonianza di Carolyn Bratnober dell’Union Theological Seminary di New York (Stati Uniti) pubblicata dal progetto Queer Faith il 12 marzo 2019, liberamente tradotta da Giacomo Tessaro Sono la bibliotecaria [dell’Union Theological Seminary], sono queer e non mi conformo alle aspettative di genere. Non sono una pastora, ma mi considero “alleata” dei credenti. Penso che l’attività pastorale e lo studio si sostengano reciprocamente,...

La mia vocazione di pastora, la mia scelta di essere queer

Testimonianza della studentessa di teologia Hannah Gallo dell’Union Theological Seminary di New York (Stati Uniti) pubblicata dal progetto Queer Faith il 12 marzo 2019, liberamente tradotta da Giacomo Tessaro Uno dei più significativi privilegi della mia vita è essere nata unitariana universalista; questo significa che, quando ho deciso di dare seguito alla mia vocazione al pastorato, il pensiero di essere queer era...

Rinuncio alle potenze del male che odiano i credenti queer

Testimonianza della studentessa di teologia Alyssa Kaplan dell’Union Theological Seminary di New York (Stati Uniti) pubblicata dal progetto Queer Faith il 12 marzo 2019, liberamente tradotta da Giacomo Tessaro Mentre la battezzanda è immersa nell’acqua e unta con il crisma, la Pastora le ricorda che ogni sua singola parte è di Dio, ed è amata da Dio. Ogni parte del suo essere...

Essere una donna queer innamorata, ne vale davvero la pena

Testimonianza della studentessa di teologia Allison Connelly dell’Union Theological Seminary di New York (Stati Uniti) pubblicata dal progetto Queer Faith il 12 marzo 2019, liberamente tradotta da Giacomo Tessaro Nel febbraio 2017 ho fatto coming out come donna queer. Mi ero appena innamorata, in maniera profonda e drammatica, di una donna che non potevo più far finta di considerare una semplice amica....

Raccontare la vita e l’amore, essere pastora queer

Testimonianza della studentessa di teologia Shelby Johnson dell’Union Theological Seminary di New York (Stati Uniti) pubblicata dal progetto Queer Faith il 12 marzo 2019, liberamente tradotta da Giacomo Tessaro Essere pastora queer, per me, significa essere testimone della divinità di ogni persona, cercare la liberazione e la giustizia per l’intera umanità di un individuo o di una comunità, specialmente a favore dell’Altro...

Il pastorato è una vocazione queer che indica l’amore senza confini

Testimonianze degli studenti di teologia Erin Hancock e Eric Brown dell’Union Theological Seminary di New York (Stati Uniti) pubblicate dal progetto Queer Faith il 12 marzo 2019, liberamente tradotte da Giacomo Tessaro Il pastorato, per me, è una vocazione sostanzialmente queer. Viviamo in una società strutturata attorno a sistemi violenti e oppressivi (suprematismo bianco, eterosessismo, patriarcato, cisgenderismo, abilismo [discriminazione contro...