Taggato: Pasqua

“Hanno portato via il Signore dal sepolcro!” (Giovanni 20:1-9)

Riflessioni bibliche di Mauro Leonardi*, prete e scrittore Correre, vedere, credere. La corsa di Giovanni al sepolcro ci fa rivenire in mente l’andare di Maria che si reca in fretta dalla cugina per aiutarla nei momenti finali della gravidanza e del parto. La visione dei teli posati e del sudario piegato e riposto che richiama alla memoria di Giovanni la...

“Signore, tu lavi i piedi a me?” (Giovanni 13:1-15)

Riflessioni bibliche di Mauro Leonardi*, prete e scrittore La liberazione che Gesù annuncia non è quella politica, non si ottiene con urla o adunate militari e di piazza: è la liberazione dell’anima che si ottiene spogliandoci di noi stessi e rivestendoci di Lui, amando Gesù e il prossimo come Lui ci ha amati. È per questo amore che dovremmo essere riconosciuti...

E quelli gli fissarono trenta monete d’argento (Matteo 26:14-25)

Riflessioni bibliche di Mauro Leonardi*, prete e scrittore Chi tradisce Gesù non è un estraneo. E’ una persona tanto intima da mettere la mano e le dita nello stesso piatto di Gesù. Eppure questa vicinanza fisica, si traduce in un’enorme distanza a livello di cuore: laddove Gesù compie il suo tempo e fa preparare la Pasqua per donarci la vita...

«C’è qui un ragazzo» (Giovanni 6,1-15)

Riflessioni bibliche di Mauro Leonardi*, prete e scrittore Il Signore della vita che si fa bambino senza difese e senza parole per donarsi al mondo; il Signore della storia che si fa denudare e crocifiggere per la nostra redenzione, ci indica che questa è la signoria che egli propone e vive.  . Dal Vangelo secondo Giovanni In quel tempo, Gesù...

Questo è il mio corpo. Questo è il mio sangue (Mc 14,12-16.22-26)

Riflessioni bibliche di Mauro Leonardi*, prete e scrittore I passi che conducono al luogo e al momento dell’Eucarestia sono quelli della più semplice quotidianità: un dialogo, delle indicazioni stradali, l’indispensabile ed umile realtà dell’acqua; una stanza ben preparata; le cose da mangiare. In questa realtà quotidiana si schiude il dono della Messa, irruzione del miracolo nella realtà più umile.

seguici anche su