Taggato: La Bibbia giorno per giorno

“Beati quei servi…” (Luca 12:35-38)

Riflessioni bibliche di Mauro Leonardi*, prete e scrittore Gesù vuole trovarci pronti ad accogliere il suo amore, ad accogliere la grazia del Risorto. Dal Vangelo secondo Luca 12:35-38 In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Siate pronti, con le vesti strette ai fianchi e le lampade accese; siate simili a quelli che aspettano il loro padrone quando torna dalle...

“Arriverà un giorno in cui non è atteso…” (Luca 12:39-48)

Riflessioni bibliche di Mauro Leonardi*, prete e scrittore Come Maria, dobbiamo avere il cuore in attesa per accogliere Cristo e percepirlo presente in ogni piccolo evento della nostra vita. Dal Vangelo secondo Luca 12:39-48 In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Cercate di capire questo: se il padrone di casa sapesse a quale ora viene il ladro, non si...

“Non portate borsa, né sacca, né sandali…” (Luca 10:1-9)

Riflessioni bibliche di Mauro Leonardi*, prete e scrittore Essere agnelli in mezzo ai lupi significa spogliarsi di ogni cosa e portare la pace, condividendo la vita e la libertà dei fratelli. E questo vuol dire seguire Gesù. Dal Vangelo secondo Luca 10:1-9 In quel tempo, il Signore designò altri settantadue e li inviò a due a due davanti a sé...

“Chi vuole diventare grande tra voi sarà vostro servitore, e chi vuole essere il primo tra voi sarà schiavo di tutti” (Marco 10:35-45)

Riflessioni bibliche di Mauro Leonardi*, prete e scrittore Chiedere di essere accanto al Signore significa chiamare la Croce. Ma la Croce va accolta, non chiesta. E l’offerta va accolta. Dal Vangelo secondo Marco 10:35-45 In quel tempo, si avvicinarono a Gesù Giacomo e Giovanni, i figli di Zebedèo, dicendogli: «Maestro, vogliamo che tu faccia per noi quello che ti chiederemo»....

“Lo Spirito Santo vi insegnerà in quel momento ciò che bisogna dire” (Luca 12:8-12)

Riflessioni bibliche di Mauro Leonardi*, prete e scrittore Conoscere e riconoscere sono le basi dell’amore. L’amore non cura i momenti di rabbia, di ribellione, di ombra, e in questi casi raddoppia la capacità di perdono e di accoglienza. Ma non può superare la mancanza di fiducia. L’amore non cura l’incapacità di esprimersi, ma guarda all’abbandono allo Spirito, che presta parole...