Categoria: Tracce di riflessione

“Abbiamo perso la Bibbia! Abbiamo perso la Parola di Dio! Ci siamo abituati a vivere senza la Bibbia, che è stata rinchiusa dentro la spazio accademico riservato agli esperti. La Bibbia è stata tolta al popolo, e il popolo ha così perso, forse…il suo dinamismo e la sua forza. Forza che nasce dalla Parola di Dio incarnata nella storia quotidiana” (Nancy Cardoso Pereira). E’ tempo di riscoprire le parole della Bibbia insieme.

Confessione di fede e di fedeltà

Riflessioni di Laurent Gagnebin* pubblicate sul sito Protestants dans la Ville (Francia) il 28 novembre 2014, liberamente tradotte da Giacomo Tessaro Riforma significa ritorno alle fonti e, contemporaneamente, la preoccupazione di rivolgersi ai fedeli del proprio tempo. Di conseguenza, essa ha sempre dovuto riflettere sul significato della “vera fedeltà”. Il rapporto tra la tradizione e l’attualizzazione dei vari elementi liturgici...

Essere ancora cristiano, nonostante tutto

Riflessioni di François de Vargas* pubblicate sul sito Protestants dans la Ville (Francia) il 25 novembre 2014, liberamente tradotte da Giacomo Tessaro Il problema di essere cristiani non si poneva quasi mai fino all’inizio del XX secolo: si era cristiani perché si riceveva un’educazione cristiana. Nel corso degli ultimi decenni, tuttavia, vi sono state tante scoperte scientifiche e storiche, tanti...

Uno sguardo di benevolenza per costruire ponti

Riflessioni di Corrado e Michela del gruppo Davide di Genitori cristiani con figli LGBT di Parma L’antico ponte romanico-medievale di Merano, sul fiume Passirio che l’attraversa, ci ha richiamati in questi giorni di riposo e di vacanza alla lettura del libro di padre James  Martin (Un ponte da costruire. Una relazione nuova tra Chiesa e persone LGBT,  Ed. Marcianum Press,...

“Ero forestiero e non mi avete ospitato” (Mt 25,43)

Articolo pubblicato sulla rivista Qol, n. 186/187 di Aprile/Maggio/Giugno 2018. Il Giudizio finale, così come descritto nel capitolo 25 del Vangelo di Matteo, ci propone non una norma giuridica da applicare con valore retroattivo a chi sembra non essere a conoscenza della modalità con le quali vengono valutate le opere compiute, ma un modello di vita capace di costruire una...

È corretto chiamare Dio “Padre”?

Riflessioni di André Gounelle* pubblicate sul mensile protestante Évangile et Liberté (Francia) nel marzo 2018, liberamente tradotte da Giacomo Tessaro Charles Wagner ha scritto che, di tutti i nomi di Dio, “Padre è il meno pretenzioso, il più umile, il più umano, il più dolce”. È vero, ma è anche un nome che pone dei problemi e degli inconvenienti. Seguendo...

Quando per i cristiani l’amore diventa una questione di genere

Articolo del pastore metodista Gilbert H. Caldwell pubblicato sul sito manyvoices.org (Stati Uniti), libera traduzione di Lisa V. Ho attraversato un periodo particolare della storia americana nel corso del quale, quando si trattava del matrimonio, numerosi Cristiani erano più preoccupati  dall’etnia differente delle coppie anziché della purezza del loro amore ed affetto reciproci. Attualmente, molti di loro sono ancor più...