Categoria: Altre storie

Come la stampa nel passato ha alimentato l’omofobia nella società

Articolo di Anna North* pubblicato sul sito Vox (Stati Uniti) l’11 giugno 2019, liberamente tradotto da Alyssa Nocco Nel 1935 un uomo di nome Paul Ivar fu assassinato a Los Angeles. Nonostante fosse lui la vittima, i giornali esaminarono il suo presunto “passato oscuro”. Il New York Daily News lo definì “un giovane nevrotico con una predilezione per gli accessori...

L’omofobia ad ottobre, figlia di una certa politica che esalta l’intolleranza

Riflessioni di Massimo Battaglio Il mese di ottobre si chiude con 8 episodi di omofobia. Tuttavia, dal momento che alcuni hanno coinvolto diverse persone, le vittime salgono a 20. Vediamo: 05/10/2021: Torino: Una coppia gay, già fatta attenzione di episodi di provocazione da parte dei condomini, trova un cartello all’ingesso del condominio: “Si propone una riunione allo scopo di raccogliere...

Il SAIFIP del San Camillo-Forlanini di Roma. Quando la sanità si fa carico delle persone Transgender

Dialogo di Katya Parente con la dottoressa Maddalena Mosconi Si sa. Del popolo arcobaleno, già di per sé minoranza, le persone T sono quelle che, anche nella comunità, sono le più marginali e discriminate. Eppure la transessualità esiste da sempre ed in ogni cultura: i two-spirit dei nativi americani ne sono forse l’esempio più noto. È solo da (relativamente) poco...

LGBTQI! Ma perché non sapete guardarci solo come persone?

Lettera aperta inviataci da Gloria Contronatura. Disordine. Scandalo. Impurità. Tendenza. Prova. Croce. Peccato. Dio ci salvi dagli LGBT. Apocalisse. Esercito del male. Vittoria del maligno. Ideologia gender. Giù le mani dai bambini. Dottrina. Magistero. Incompatibilità. Immoralità. Dato biologico. Differenza sessuale. Dato di realtà che non può essere ignorato. Tutto questo siamo noi, dite, e non entreremo nel Regno dei Cieli....

Cari senatori perché applaudite mentre mi insultano solo perché sono gay?

Lettera aperta inviata ai senatori italiani da Paolo di Bologna Mi chiamo Paolo e vivo a Bologna. Ho letto su Facebook l’invito del Progetto Gionata a trasmettere i propri riflessioni, in merito a quanto accaduto nella triste giornata di ieri. La prima immagine che mi ha colpito è vedere membri del senato esultare scompostamente per una vittoria, come quando l’Italia...