Categoria: HIV in positivo

Ogni 1º dicembre si celebra la Giornata mondiale contro l’AIDS che vuol far riflettere sull’epidemia mondiale di AIDS dovuta alla diffusione del virus HIV.  Il primo dicembre è fatto di 24 ore, ma un anno è fatto di 365 giorni ecco perchè i volontari del Progetto Gionata hanno deciso di raccogliere e raccontare ogni giorno le speranze, i sogni e le difficoltà di tanti uomini e donne, etero e gay, che convivono con questa malattia. Per far comprendere l’importanza di non abbassare la guardia e di usare sempre il preservativo. La diffusione dell’AIDS sta crescendo, silenziosamente, ma sta crescendo. Non dimenticarlo mai! Se vuoi inviaci anche la tua storia a gionatanews@gmail.com

La lotta contro l’HIV deve intrecciarsi con gli sforzi per curare il COVID-19

Riflessioni di Winnie Byanyima, direttrice esecutiva di UNAIDS, pubblicate sul sito dell’associazione Global Cause (Gran Bretagna) il 20 novembre 2020, liberamente tradotte da Claudia Pannozzo “Solidarietà globale, responsabilità condivisa” è il tema di quest’anno della Giornata mondiale contro l’AIDS. Lo slogan non potrebbe essere più toccante, mentre si continua a far fronte alla pandemia globale. Il COVID-19 ha amplificato e...

Nonostante il covid non dimentichiamo la pandemia di HIV

Articolo di Lois Chingandu pubblicato sul sito della Global Cause Foundation (Gran Bretagna) il 25 novembre 2020, liberamente tradotto da Giulia Garofani La risposta globale al COVID-19 ha dimostrato che tutto è possibile. Ora abbiamo bisogno dello stesso impegno per sconfiggere l’AIDS. L’AIDS non è scomparso. Forse possediamo trattamenti efficaci e metodi di prevenzione innovativi, ma non siamo riusciti a...

Come negli anni ’80 la mobilitazione degli attivisti contro l’AIDS ha fatto la differenza

Articolo di Sarah Hotchkiss* pubblicato sul sito KQED (Stati Uniti) l’11 giugno 2019, liberamente tradotto da Silvia Lanzi, parte seconda ACT UP/SAN FRANCISCO. Formatasi nel 1987 a New York dopo un  galvanizzante discorso di Larry Kramer al Lesbian and Gay Community Services Center, l’AIDS Coalition to Unleash Power (ACT UP, Coalizione AIDS per scatenare il potere), era una rete di gruppi di...

A Bologna il cammino delle persone LGBT+ sieropositive per superare il dramma dell’HIV

Dialogo di Katya Parente con Sandro Mattioli, volontario dell’associazione PLUS Sono già passati quarant’anni da quando, per la prima volta, si è iniziato a parlare di AIDS. Da allora, insieme ad HIV, sieropositivo e una manciata di altri gerghi tecnici specifici, sono diventati termini con cui abbiamo acquisito una certa familiarità. Per la stragrande maggioranza delle persone sono solo parole,...

Prendersi cura. Sulle tracce delle suore del Saint Vincent’s che vollero accogliere i malati di AIDS rifiutati da tutti

Articolo di Michael J. O’Loughlin* pubblicato sul sito del settimanale gesuita America (Stati Uniti) il 24 gennaio 2020**, liberamente tradotto da Giacomo Tessaro, seconda parte Il dottor Ramón Torres fu (negli anni ’80) il primo direttore della clinica per l’AIDS all’ospedale cattolico Saint Vincent’s di New York. Sovrintendeva a decine di medici e infermieri e contribuì a costruire la reputazione...

Esserci. Sulle tracce delle suore del Saint Vincent’s che vollero accogliere i malati di AIDS rifiutati dai tutti

Articolo di Michael J. O’Loughlin* pubblicato sul sito del settimanale gesuita America (Stati Uniti) il 24 gennaio 2020, liberamente tradotto da Giacomo Tessaro, prima parte Un pomeriggio d’autunno mi trovavo in una piccola isola verde all’intersezione di tre caotiche strade di New York. Era l’ora di punta, il sole cominciava a tramontare. I newyorkesi, chiusi nelle loro preoccupazioni, erano appena...