Categoria: Meditazioni bibliche

Alla riscoperta delle parole dell’Antico e del Nuovo Testamento lette e meditate dalle e per le persone lesbiche, gay e transgender, anche alla luce della loro storia di esclusione, per riscoprire una “Bibbia Inclusiva” delle vite di tutti e tutte, nessuno escluso. Perchè solo così la Parola fiorisce e acquista significato, finalmente priva degli orpelli in cui spesso la decoriamo per non ascoltarla davvero.

“Questa parola è dura! Chi può ascoltarla?” (Giovanni 6:60-69)

Riflessioni bibliche di Mauro Leonardi*, prete e scrittore Un messaggio incomprensibile, scandaloso, ma Pietro ci crede. Non crede alle parole: crede a Gesù. A Gesù che ha in sé “parole di vita eterna”. A quel tempo la Giudea era piena di messaggi e profezie, così come oggi siamo circondati da oroscopi e previsioni del futuro. Ma solo uno che è...

“Se non mangiate la carne del Figlio dell’uomo e non bevete il suo sangue…” (Giovanni 6:52-59)

Riflessioni bibliche di Mauro Leonardi*, prete e scrittore La vita è un dono che si trasmette, e poiché Dio è pienezza di vita, Egli ha mandato il Figlio per rivelare questa pienezza all’umanità ed innalzare l’umanità alla dignità del Figlio in cui essa rimane, per vivere per sempre. Dal Vangelo secondo Giovanni 6:52-59 In quel tempo, i Giudei si misero...

“Se uno mangia di questo pane vivrà in eterno…” (Giovanni 6:44-51)

Riflessioni bibliche di Mauro Leonardi*, prete e scrittore Per essere pane di vita, Gesù stesso rivela pienamente la sua identità e dignità di Figlio, che nulla fa da se stesso ma tutto riceve dal Padre: così noi siamo chiamati ad abbracciare la filiazione divina, a tornare al cospetto di Dio riconosciuto come Padre buono, che ha provveduto a noi dall’eternità...

“Io sono il pane della vita” (Giovanni 6:35-40)

Riflessioni bibliche di Mauro Leonardi*, prete e scrittore Chiunque viene a Gesù non verrà cacciato, perché Gesù è disceso dal cielo come dono di Misericordia infinita, come corpo che si spezza per donare vita e per essere tutte le vite che decidono di vivere in lui, per l’eternità. Dal Vangelo secondo Giovanni 6:35-40 In quel tempo, disse Gesù alla folla: «Io...

“Signore, dacci sempre questo pane” (Giovanni 6:30-35)

Riflessioni bibliche di Mauro Leonardi*, prete e scrittore Il segno che porta Gesù è il dono di se stesso, dono concesso dal Padre, che ha una lunga storia di attesa e di fede e vuole promettere eternità, solo che crediamo che tutto ciò che il cielo dà, Dio lo concede e il Figlio ne è la piena testimonianza. Dal Vangelo secondo...

“Questa è l’opera di Dio: che crediate in colui che egli ha mandato” (Giovanni 6:22-29)

Riflessioni bibliche di Mauro Leonardi*, prete e scrittore È facile cercare Gesù solo per trovare qualcosa di miracoloso, per cercare umana consolazione, o per abitudine o anche, peggio, per tradizione e convenienza sociale. Ciò che dobbiamo cercare, quando cerchiamo Gesù, è ciò che porta il suo sigillo: una vita scritta dal Padre, donata al Padre e che di Lui testimonia...