Taggato: Progetto TRANSizioni

Ogni giorno alle persone transessuali vivono la fatica di sentire le loro vite imprigionate in un corpo che non sentono loro e quella di vedersi negati diritti, rispetto e sostegno nella nostra società e nelle nostre comunità cristiane. Per questo vogliamo dare voce al loro cammino attraverso l’impegno dei volontari del Progetto TRANSizioni*, composto da persone transessuali e non e dai loro genitori, per contribuire a combattere i pregiudizi che le persone transessuali e i loro genitori vivono ogni giorno, nella società e nelle chiese, attraverso la conoscenza e la testimonianza, consci che “si teme ciò che non si conosce, e non si conosce ciò che si teme“. Se vuoi contattarci scrivici a tendadigionata@gmail.com

Trans-figurazioni. Riscoprirsi maschio in un corpo di donna

Testimonianza* di Alessandro (FtM), riflessioni bibliche di Fabio Trimigno del Gruppo Zaccheo Puglia Mi presento, sono Alex ho 46 anni sono un brianzolo doc e sono un ragazzo transgender (FtM).  Cosa vuol dire essere transgender per me? Vuole dire essere nato sailor moon (ragazza), ma sognare di diventare Goku (ragazzo). Ho iniziato la mia transizione molto tardi, esattamente a 43...

Cosa sono i vestiti? A mia madre, che da Maria mi ha aiutato a essere Gianmarco

Testimonianza di Gianmarco Negri* (FtM) pubblicata sulla sua pagina Facebook Ho visto mia madre vestita in tante maniere.. l’ho vista elegantissima e bella come solo gli occhi pieni di amore di un figlio possono vederla. L’ho vista femminile con i tacchi alti, lei biondissima, truccata leggera, con i suoi gioielli discreti i profumi dalle fragranze ricercate. L’ho vista con i...

Quanto vale la vita di una persona trans?

Lettera aperta di Leila Pereira Daianis, presidente Associazione di volontariato Libellula di Roma, del 27 luglio 2020 Dopo i fatti accaduti negli ultimi giorni a Roma e l’articolo sul quotidiano “La Repubblica” intitolato: “Roma, transessuale trovata senza vita in un piazzale a Tor Sapienza”, vorrei chiarire che, secondo me, chiunque prima di rilasciare qualsiasi intervista, per evitare strumentalizzazioni, dovrebbe conoscere...

Il calvario e la “resurrezione” delle persone trans per essere “chiamate col loro nome”

Fabio Trimigno* del Gruppo Zaccheo di Puglia Quando ho letto la storia di Gabriele, sono tornato indietro a rileggere più volte come cominciava: “Mi chiamo Gabriele, …”. Gabriele – dall’ebraico “uomo forte di Dio” – è l’angelo che rivela a Zaccaria che Giovanni Battista nascerà da Elisabetta,  è l’angelo che visita Maria rivelandole che sarà lei la madre di Gesù (Luca 1, 26-38) ed è...