Categoria: Storie di ordinaria omofobia

Paolo Seganti. Ricordando l’omicidio di un gay cristiano

Testimonianza letta nella preghiera online della Settimana di preghiera per le vittime dell’omofobia e della transfobia del 10 maggio 2021 Quando, il 10 luglio del 2005, Paolo è morto, era un uomo di 38 anni, alto e atletico, che era uscito di casa, aveva preso il motorino ed era andato, come faceva spesso, ad annaffiare i fiori che aveva piantato...

Matthew Shepard, un giovane gay vittima della violenza dell’omofobia

Articolo di Chelsey Parrot-Sheffer pubblicato sul sito dell’Enciclopedia Britannica (Gran Bretagna), liberamente tradotto da Mastandrea Sabina Matthew Shepard, per esteso Matthew Wayne Shepard, (nato il 1 dicembre 1976 a Casper, Wyoming, USA – morto il 12 ottobre 1998 a Fort Collins, Colorado) fu uno studente universitario gravemente picchiato a causa del suo orientamento sessuale, e lasciato morire nel 1998. Fu trovato...

Calendarizzato il ddl Zan, avanti con l’omofobia!

Riflessioni di Massimo Battaglio In rete sta circolando un simpatico giochino. La presentazione dice così: “è stato finalmente calendarizzato il ddl Zan. Facciamo un gioco: che frase userà l’opposizione per cercare di bloccarlo?” Poi compaiono tre serie di frasi alla rinfusa per cui, combinando l’iniziale del proprio nome, il proprio giorno e il proprio mese di nascita, vengono fuori cose...

Gli anni del castigo. Sul bullismo omofobico che ho subito a scuola

Intervista a Doug Faulkner pubblicata sul sito dei servizi per la famiglia del distretto londinese di Havering (Gran Bretagna), liberamente tradotta da Gemma La Sorte Il commediografo e attore Doug Faulkner ha dovuto affrontare il bullismo omofobico durante la scuola secondaria. In seguito alla sua esperienza, si è appassionato alla lotta contro il bullismo omofobico nelle scuole. Faulkner descrive per...

Dalla storia di Malika, una nuova presa di coscienza sull’omofobia

Riflessioni del Massimo Battaglio Nonostante le pantomime di Pillon e le reazioni penosamente convulse de L’Avvenire, la storia di Malika, cacciata da casa dalla madre perché lesbica, ci ha dato coraggio. Non la storia in sè, ci mancherebbe, ma la dignità con cui la protagonista l’ha resa nota al mondo. Dimostrare pubblicamente che la propria mamma è un orco, non...