Taggato: La versione di Katya

Ciao benvenuti ne “La versione di Katya”. Sono Katya Parente, scrittrice e disabile, ma queste sono solo etichette in fondo. Parafrasando il titolo del noto romanzo e film “La versione di Barney”, questo spazio sarà occasione d’incontro tra opinioni e temi spesso solo in apparenza discordanti. Il passato e il futuro, l’arte e la tecnologia, i grandi quesiti del mondo di oggi e le speranze per il domani: tutto nell’ottica di una giovane donna omosessuale ed agnostica, che con la massima delicatezza e rispetto si approccia al prossimo per conoscerlo e mai per giudicarlo.

Viaggio in Italia tra i diritti negati ai migranti e alle persone LGBT+

Dialogo di Katya Parente con Gabriella Friso di “Certi diritti” Ogni anno migliaia di persone fuggono dai loro Paesi: povertà, guerra, persecuzioni religiose ed etniche le costringono ad abbandonare le proprie case per cercare, non dico una vita migliore, ma una vita. Tra questi profughi, parecchi sono gli individui LGBTQ+. E per loro, scappare da un Paese che li sottopone a pene...

Quando “Arriva l’oritteropo”   nascondere l’amore gay causa solo tragicomici  disastri

Dialogo di Katya Parente con la scrittrice Jessica Anthony Il titolo è intrigante – che cos’è un oritteropo (per fortuna c’è Wikipedia)? La trama è surreale (un giovane deputato repubblicano, un’imminente elezione da vincere e una relazione omosessuale che è deciso a nascondere); le critiche molto buone. Tutto questo, e molto altro è “Arriva l’oritteropo”, il nuovo romanzo di Jessica Anthony...

Un giorno uno di noi. Viaggio nella scoperta dell’amore gay

Dialogo di Katya Parente con Giancarlo Pastore. Torinese, classe ’67, il nostro ospite di oggi è Giancarlo Pastore. Autore di diversi libri (tra cui “Meduse” e “Regina”) è qui per parlarci, in particolare, di “Un giorno uno di noi” (Marsilio, 2020), la storia di un viaggio, reale e metaforico, a due. Chi sono Graziano ed Edoardo, i personaggi principali del...

Con Buzz Intercultura per scoprire i film LGBT+ da tutto il mondo

Dialogo di Katya Parente con Fabio Giuffrè Il cinema, fin dal suo nascere, ha subito acquisito un’importanza fondamentale nella vita delle persone, entrando ben presto nell’immaginario collettivo e influenzando la cultura in modo tutt’altro che trascurabile. Proprio per questo è una delle modalità principe per veicolare messaggi – soprattutto ora che telefonini e altri device elettronici sono diventati di uso quotidiano. Ed...

Storie queer. Ewit e Aranel e la maledizione degli elfi

Dialogo di Katya Parente con Alessandra Mistretta Quante volte gli adolescenti, ma anche i bambini più piccoli, si sentono inadeguati. Spesso è la pressione sociale, a volte invece è qualcosa che nasce dentro di sé: penso soprattutto alla disforia di genere, che intrappola chi ne fa esperienza in un corpo che non sente suo. Le fiabe sono, per loro natura,...

Io che amo solo te.  Quando in un’amicizia irrompe l’amore gay

Dialogo di Katya Parente con Alessandro Di Marco Una storia che fa pensare quella raccontata dalla pièce teatrale “Io che amo solo te”. Fa pensare perché, per una volta, non esiste l’happy ending di prammatica, perché si parla di adolescenti, a cui prestano volto e voce Riccardo D’Alessandro e Andrea Lintozzi, di sentimenti nascosti e destinati a rimanere tali: uno...