Category: Meditazioni bibliche

Alla riscoperta delle parole dell’Antico e del Nuovo Testamento lette e meditate dalle e per le persone lesbiche, gay e transgender, anche alla luce della loro storia di esclusione, per riscoprire una “Bibbia Inclusiva” delle vite di tutti e tutte, nessuno escluso. Perchè solo così la Parola fiorisce e acquista significato, finalmente priva degli orpelli in cui spesso la decoriamo per non ascoltarla davvero.

“Il Padre mio opera sempre e anch’io opero” (Giovanni 5:17-30)

Riflessioni bibliche di Mauro Leonardi*, prete e scrittore Di fronte all’accusa che i farisei lanciano a Gesù di volersi fare come Dio, Gesù risponde con l’assoluto rispetto della propria identità e della volontà del Padre: egli è il Figlio e prende dal Padre tutto ciò che ha e dona. Al giudizio tagliente e freddo dei farisei fa da contraltare la...

“Alzati, prendi il tuo lettuccio e cammina” (Giovanni 5:1-16)

Riflessioni bibliche di Mauro Leonardi*, prete e scrittore Il momento di festa in cui è collocato questo episodio del Vangelo contrasta con la malattia che regna presso la piscina di Betzaetà e con la sofferenza e la solitudine di anni di questo malato. Sono condensate così le contraddizioni della nostra vita: vita e morte, opulenza ed estrema povertà, lavoro e...

“Se non vedete segni e prodigi, voi non credete” (Giovanni 4:43-54)

Riflessioni bibliche di Mauro Leonardi*, prete e scrittore Ancora una parabola che parla di due modi di vedere e vivere Gesù: un modalità magica e quasi superstiziosa, che chiede solo segni, miracoli e svolte prodigiose nella propria esistenza; e poi il secondo, quello che viene da un funzionario del re: vedere in Gesù la fonte della vita e credere, prima...

“Rabbì, chi ha peccato, lui o i suoi genitori, perché sia nato cieco?” (Giovanni 9:1-41)

Riflessioni bibliche di Mauro Leonardi*, prete e scrittore Ci sono cecità, benché presenti dalla nascita, che lasciano aperto il cuore e l’anima all’intervento di Dio e per questo chi ne è colpito può essere un segno delle opere di Dio. Ci sono invece cecità dell’anima e del cuore, che non possono essere toccate da Dio perché si chiudono nella superbia,...

“Come è possibile? Non conosco uomo” (Matteo 5:17-19)

Riflessioni bibliche di Mauro Leonardi*, prete e scrittore Ad adempiere totalmente al comandamento di Dio ricordato nella lettura di ieri è Maria, tanto che la Madonna può essere considerata l’incarnazione vivente e storica di quel comandamento, in quanto ha offerto tutta se stessa a Dio fino a farsi grembo per Dio stesso, diventando sposa, corredentrice e madre nell’eternità e nella...

“Qual è il primo di tutti i comandamenti?” (Marco 12:28b-34)

Riflessioni bibliche di Mauro Leonardi*, prete e scrittore Il primo comandamento si apre con un invocazione all’ascolto. Molte volte noi ubbidiamo ad una legge in modo supino, perché ci viene imposta o perché è giusto far così, ma senza investire troppo su questo modo di attenersi ad una regola. Dio invece non ci chiede di rispettare una regola, ma di ascoltarlo,...