Taggato: Teologia queer

In teologia molte volte la gente diventa “cosa” e le cose (come le tradizioni) diventano “gente”. Scoprire i processi ideologici sessuali nella prassi della Chiesa significa liberare la gente dall’essere cosa, ma anche liberare un Dio queer che, seppure lo abbiamo fatto a nostra immagine e somiglianza, ancora si rivela, si ribella e sfugge alle nostre ideologie in cui vogliamo rinchiuderlo. Punto essenziale della teologia queer è proprio quello di rivendicare la differenza perchè la “normalità” normata, in cui rinchiudiamo spesso la nostra fede, è il vero pericolo per quanti vogliono vivere la forza liberante e liberata del cristianesimo.

La santità queer: il Dio nei nostri corpi

Riflessioni del reverendo Mario Bonfanti* pubblicate sul sito della comunità MCC Il Cerchio il 1 novembre 2019 Ogni 1 Novembre si celebra nelle chiese cattolica e ortodossa la Solennità di Ognissanti. Origine e storia Nel IV secolo d.C. in alcune comunità cristiane si cominciarono a ricordare quelle persone che avevano dato la vita per la fede: i martiri. Le prime tracce sono attestate ad...

Il cammino di conoscenza della Chiesa verso il mistero di Dio, la dignità umana e le persone omosessuali

Intervento* del teologo Miguel H. Diaz** all’assemblea del Global Network of Rainbow Catholics (Rete Globale dei Cattolici Arcobaleno) di Chicago (Stati Uniti), 4-7 luglio 2019, liberamente tradotto da Giacomo Tessaro Il Concilio Vaticano II (1962-65) invitò i cattolici a leggere i segni dei tempi e a interpretarli facendo attenzione al “mondo in cui viviamo, le sue attese, le sue aspirazioni e...

La teologia indecente di Marcella Althaus-Reid

Recensione di Leopoldo Cervantes-Ortiz* del libro Indecent Theology di Marcella Althaus-Reid pubblicata sul blog Lupa Protestante (Spagna) il 10 luglio 2006, liberamente tradotto da Marianna Come enuncia e puntualizza il sottotitolo (Indecent Theology: Theological Perversions in Sex, Gender and Politics), il libro si sviluppa attraverso vari obiettivi, dal momento che l’autrice manifesta una posizione iconoclasta verso i seguenti punti specifici:...

Una storia poco raccontata. Maria e la sua non convenzionale “Sacra famiglia”

Riflessioni di Fr. Shannon Kearns pubblicate sul sito Queer theology (Stati Uniti), libera traduzione di Milena Cardone, revisione di Innocenzo Pontillo Spesso parliamo di Maria solo quando arriva il Natale o attraverso immagini di lei con il bambin Gesù. La usiamo per abbellire i santini, raffigurandola come una madre con i capelli biondi e gli occhi azzurri con un bambino,...

La mia identità queer che vuole esistere per l’Amore

Testimonianza della studentessa di teologia Jess Miller dell’Union Theological Seminary di New York (Stati Uniti) pubblicata dal progetto Queer Faith il 12 marzo 2019, liberamente tradotta da Giacomo Tessaro Quell’aggrovigliato e tortuoso cammino che è la mia identità ibrida (fatta del mio sé, della mia identità spirituale, del mio genere, della mia identità sociale) esiste perché vivo e respiro, perché sono invischiata...

Sono una bibliotecaria queer che aiuta le persone in ricerca

Testimonianza di Carolyn Bratnober dell’Union Theological Seminary di New York (Stati Uniti) pubblicata dal progetto Queer Faith il 12 marzo 2019, liberamente tradotta da Giacomo Tessaro Sono la bibliotecaria [dell’Union Theological Seminary], sono queer e non mi conformo alle aspettative di genere. Non sono una pastora, ma mi considero “alleata” dei credenti. Penso che l’attività pastorale e lo studio si sostengano reciprocamente,...

La mia vocazione di pastora, la mia scelta di essere queer

Testimonianza della studentessa di teologia Hannah Gallo dell’Union Theological Seminary di New York (Stati Uniti) pubblicata dal progetto Queer Faith il 12 marzo 2019, liberamente tradotta da Giacomo Tessaro Uno dei più significativi privilegi della mia vita è essere nata unitariana universalista; questo significa che, quando ho deciso di dare seguito alla mia vocazione al pastorato, il pensiero di essere queer era...